Cosa succede a un inverter se il carico assorbe più dell’uscita?

Ci sono molte cose diverse che possono accadere quando si estrae troppa potenza e questo dipenderà dalla tecnologia utilizzata. Le cose tipiche che vedrai sono la tensione che scende al di sotto dell’uscita specificata o si interrompe completamente. Alcuni sistemi potrebbero avere un fusibile che scatta quando si estrae troppa potenza. Oppure, nel peggiore dei casi, si supera la valutazione di sicurezza di alcuni componenti che provocano un surriscaldamento e potenzialmente causano molti problemi (incendio, ecc.).

I limiti di potenza degli inverter fotovoltaici

Il grande vantaggio dell’inverter di potenza è la sua capacità di raggiungere livelli di potenza in uscita ben superiori ai suoi valori nominali continui normali. Questi livelli sono generalmente il doppio della normale potenza di uscita per 1-2 secondi per consentire l’avvio di carichi più grandi o di tipo induttivo.

Se il carico è troppo grande per la potenza erogata (ad es. qualcuno collega un asciugacapelli a un inverter da 500 watt), l’inverter interrompe semplicemente l’alimentazione. A seconda dell’inverter, verrà emesso un allarme acustico o l’inverter si riavvierà semplicemente per provare di nuovo il carico. Tieni sempre presente che un inverter di potenza ha dei limiti, principalmente la sua dimensione di potenza.

Gli inverter più grandi sono fatti per funzionare alla loro potenza nominale. Quindi i carichi di 3000 watt sull’inverter per lunghi periodi di tempo non sono un problema purché la temperatura ambiente non sia troppo alta. La maggior parte ha la sua valutazione specificata a 25 °C. Le specifiche per l’inverter indicano anche quanto l’inverter può essere sovraccaricato e per quanto tempo.

L’importanza di un limitatore di sovratensione

Gli inverter di potenza sono un ottimo strumento da avere in giro. Ci sono così tanti usi per loro che vanno da veicoli, camper, campeggio, tailgating e persino vivere fuori rete. Qualunque sia la ragione per cui utilizzi un inverter di potenza, una domanda comune che riceviamo su di loro è cosa succede esattamente quando l’inverter è sovraccarico?

Ora, idealmente, non entri in questa situazione. In un mondo perfetto, l’inverter che hai acquistato è sufficientemente dimensionato per gestire la potenza di tutte le tue esigenze. Ma, nella remota possibilità che ti stia avvicinando al limite di potenza del tuo inverter, cosa accadrà se e quando supererai la potenza nominale?

I risultati del superamento della potenza del tuo inverter saranno una delle due cose e dipende se il tuo inverter ha un limitatore di sovratensione. In caso contrario, l’inverter continuerà a funzionare nel tentativo di fornire la potenza richiesta. Se lasciato deselezionato, ciò danneggerà e forse distruggerà permanentemente il tuo inverter di potenza. Assicurati di spendere un po’ di più e procurati un inverter con un limitatore di sovratensione.

Se l’inverter ha una protezione contro le sovratensioni, l’inverter semplicemente non si accende a causa delle richieste di potenza più elevate. L’inverter riproverà dopo alcuni secondi per vedere se il carico è cambiato. In caso contrario, si spegnerà. Questo processo si ripeterà un certo numero di volte fino a quando l’inverter si spegnerà definitivamente. Se si desidera riavviare l’inverter dopo questo punto, sarà necessario farlo manualmente utilizzando il pannello di controllo dell’inverter.

La maggior parte degli inverter può effettivamente gestire un carico più grande di quello per cui sono classificati, ma solo per un breve lasso di tempo. Ad esempio, potresti essere in grado di ottenere 3.500 W watt dal tuo inverter da 3.000 watt, ma durerebbe solo una mezz’ora circa fino allo spegnimento dell’inverter. Ogni inverter è diverso però ed è meglio controllare il manuale del proprietario per vedere quanto e quanto tempo può sopportare un sovraccarico il tuo inverter.

Il concetto di watt di avvio o di picco è dove può diventare un po’ complicato. A seconda dell’apparecchio che desideri alimentare, alcuni di essi potrebbero richiedere una maggiore potenza per l’avvio iniziale. Un esempio di questo potrebbe essere un frigorifero. I frigoriferi sono dotati di un compressore che avvia il processo di refrigerazione.

Questo compressore ha bisogno di una spinta in più di potenza solo per essere acceso e avviato. Dopo un breve lasso di tempo, diciamo una trentina di secondi, i watt di partenza non sono più necessari e il frigorifero passa a un numero di watt di funzionamento più piccolo.

A causa dei watt iniziali, molte persone devono acquistare un inverter di potenza con una potenza superiore a quella prevista. Tuttavia, ci sono alcune buone notizie quando si tratta potenza di picco. A seconda del tuo inverter potresti riuscire a farla franca con un apparecchio che ha un numero di watt iniziale più alto rispetto al tuo inverter di potenza.

I watt di avviamento sono richiesti solo per un breve lasso di tempo e se il tuo inverter è in grado di gestire il sovraccarico per quei trenta secondi circa, allora dovresti essere a posto per far funzionare l’apparecchio. Assicurati di controllare il manuale del tuo inverter prima dell’acquisto in modo da esserne certo.

Questo punto mi porta all’argomento dei watt di picco rispetto ai watt in funzionamento normale. La maggior parte di noi ha tutti familiarità con il concetto di potenza assorbita normalmente. Questa è una misura di quanta energia consuma l’apparecchio o l’elettronica durante il funzionamento.

A volte l’apparecchio è etichettato con il consumo di potenza, ma altre volte non lo sono. In caso contrario è ancora possibile determinare i watt trovando l’amperaggio totale dell’apparecchio.

Quando hai il numero di ampere usati, moltiplicalo per i volt che sarà il tuo plug-in standard da 230 Volt e otterrai la potenza assorbita. Quindi, ad esempio, supponi di avere una caffettiera da 2,5 A che si collega a una presa da 230 volt. 2,5 ampere per 230 equivalgono a 575 watt. Questo è il numero di watt assorbiti dalla macchina da caffè quando è in funzione.

In poche parole, tutto dipende davvero dal tipo di inverter che hai. Hai la protezione contro le sovratensioni o no? Il mio consiglio è di acquistare un inverter che superi il fabbisogno energetico di almeno il venti o trenta percento. Calcola anche i tuoi watt di picco in questo numero. Quindi, dovresti superare il 20-30% dei tuoi watt di picco. Il venti-trenta percento ti dà un buffer e aiuta a prevenire un sovraccarico.

Perché il mio inverter assorbe troppa corrente?

Ecco alcuni possibili motivi e consigli per mitigare ciò che stai vivendo:

Il pacchetto carico/inverter è sottodimensionato. Questo è un errore di progettazione e l’aggiornamento delle apparecchiature è la soluzione più probabile.

Tempo di rampa troppo veloce per carichi a inerzia elevata: se il carico ha un’inerzia elevata, ci vorrà del tempo per farlo ruotare. Estendi il tempo di rampa e riprova.

Collegamento motore errato. Verificare che il collegamento del motore sia adatto alla tensione applicata. Se collegato per la tensione sbagliata ci saranno sempre problemi.