Quanto consuma un piano a induzione elettrico per cucinare?

Risparmio energetico con una cucina a induzione

L’articolo esplora il consumo energetico delle cucine a induzione, analizzando la relazione tra la potenza nominale, l’efficienza e il tempo di cottura. Si evidenzia come, nonostante una potenza più elevata, le cucine a induzione siano efficienti e richiedano meno tempo per preparare i cibi rispetto alle cucine a gas. Il testo fornisce una panoramica sui concetti chiave come watt, chilowatt, e kWh, spiegando come calcolare il consumo energetico e il relativo costo.

Il consumo di elettricità delle piastre a induzione

Il consumo di elettricità delle piastre a induzione può essere compreso dalla loro potenza nominale. Tipicamente, questa varia tra i 1000 e i 2500 watt, il che significa che le cucine a induzione hanno una potenza maggiore rispetto alla maggior parte degli elettrodomestici domestici. Tuttavia, una potenza maggiore non significa necessariamente che l’elettrodomestico contribuisca di più alla tua bolletta elettrica.

Poiché le cucine a induzione sono altamente efficienti, richiedono meno tempo per cucinare il cibo rispetto alle cucine a gas. Una piastra con una potenza inferiore consumerà meno energia ma impiegherà più tempo, mentre una piastra a induzione con una potenza più elevata consumerà più energia ma in meno tempo. Per capire come ciò influisce sul consumo energetico, è necessario comprendere alcuni termini di base.

Termini Chiave Relativi al Consumo di Energia

Quando studi la potenza o il consumo energetico di una cucina a induzione, compaiono frequentemente alcuni termini:

  • Watt (W): Il watt è l’unità di potenza e è definito come il tasso di energia consumata da qualsiasi dispositivo, in questo caso la piastra a induzione. Se il tasso di consumo energetico della tua piastra a induzione è di 1500 watt, allora consuma 1500 watt di elettricità ogni ora.
  • Chilowatt (kW): Il chilowatt è anche un’unità di potenza utilizzata per esprimere un utilizzo più elevato di elettricità. Un chilowatt è uguale a 1000 watt. Il consumo energetico di un dispositivo da 2000 watt può anche essere scritto come 2 chilowatt. Tuttavia, la potenza delle cucine a induzione è limitata a pochi chilowatt.
  • Chilowattora (kWh): Il kWh è comunemente frainteso come il numero di kW utilizzati per ora. Ma in realtà misura il consumo di energia equivalente a un kW di energia per ora. La differenza principale tra un kW e un kWh è che il kW misura la potenza o il tasso di consumo energetico, mentre un kWh misura l’energia totale o la quantità di energia consumata.

Una piastra a induzione da 2 kW consuma 2 chilowatt di energia ogni ora. E lo stesso dispositivo impiegherà 30 minuti per raggiungere 1 kWh. Allo stesso modo, un dispositivo da 200 watt consumerà 200 watt di energia ogni ora, ma impiegherà 5 ore per utilizzare 1 kWh di energia. Di solito, la bolletta mensile dell’elettricità registra l’uso dell’elettricità in kWh.

Tariffa Elettrica: È il prezzo di un’unità (1 kWh) di elettricità nella tua zona. La tariffa elettrica moltiplicata per il numero di unità consumate fornisce l’importo totale della bolletta elettrica ogni mese.

Ora che capisci cosa significano questi termini, puoi facilmente calcolare il consumo energetico della piastra a induzione.

Gamma di Potenze per Cucine a Induzione

La gamma di potenze per le cucine a induzione domestiche è di circa 800-3000 W. Ma ciò non significa che l’elettrodomestico consumi sempre energia pari alla sua potenza.

Ad esempio, una piastra a induzione da 1500 W ha un limite massimo di 1500 W alla sua modalità di potenza più elevata. Puoi comunque usarla a potenze inferiori come 500 W, 750 W, e così via.

La potenza migliore per una piastra a induzione è alta come 2000 watt, poiché puoi impostare diverse modalità di potenza a seconda di ciò che stai cucinando. Una potenza più elevata comporta la generazione di una grande quantità di calore nel minor tempo possibile, risultando in una cottura più veloce e in un consumo energetico più basso.

Ecco una guida dettagliata sulle diverse modalità di potenza delle cucine a induzione, evidenziando le potenze in watt, le temperature corrispondenti e gli usi consigliati:

  1. Modalità 1-2 (500-800 W): Questa modalità è ideale per operazioni leggere come il riscaldamento, lo scongelamento e il riscaldamento di latte e acqua a temperature comprese tra 35 e 65 gradi Celsius.
  2. Modalità 3-4 (800-1200 W): Indicata per cotture più lente, come la cottura lenta o l’ebollizione del latte, questa modalità opera a temperature tra 80 e 100 gradi Celsius.
  3. Modalità 5-6 (1000-1400 W): Pensata per la cottura di carne e verdure a fuoco medio, questa modalità raggiunge temperature tra 120 e 150 gradi Celsius.
  4. Modalità 7-8 (1400-1800 W): Per friggere in profondità, questa modalità offre una potenza di 1400-1800 W a temperature che variano tra 180 e 230 gradi Celsius.
  5. Modalità 9-10 (1800-2200 W): La massima potenza, ideale per rosolare e dorare la carne, opera a temperature elevate comprese tra 275 e 325 gradi Celsius.

Queste informazioni consentono di selezionare la potenza più adatta alle diverse esigenze di cottura, garantendo un utilizzo ottimale della cucina a induzione e contribuendo a un consumo energetico efficiente.

Oltre a ciò, la maggior parte delle cucine a induzione ha menu di cottura preimpostati. Questi menu impostano il tempo ottimale e la temperatura di cottura per quella funzione specifica, in modo da non doverla monitorare costantemente.

Come Calcolare il Consumo di Energia e il Costo dell’Elettricità per le Cucine a Induzione?

La potenza può dare un’idea approssimativa dell’elettricità consumata dalla tua piastra a induzione. Ma non è l’unico fattore che decide quanto costa utilizzare la piastra. Per un’idea più precisa, è meglio calcolare l’uso dell’elettricità in base all’uso personale.

Puoi facilmente calcolare il consumo energetico della tua piastra a induzione conoscendo la sua potenza e le ore totali di funzionamento ogni giorno.

  1. Prima cosa, devi calcolare le unità di elettricità consumate ogni giorno dal tuo elettrodomestico moltiplicando la potenza per le ore di funzionamento.

kWh = (Potenza × Numero di ore) / 1000 kWh = (Potenza × Numero di ore) / 1000

  1. Poi, moltiplica il numero di unità per la tariffa elettrica e il numero di giorni nel mese per calcolare la contribuzione totale della piastra a induzione alla tua bolletta mensile.

Bolletta elettrica =kWh × Tariffa × 30 Bolletta elettrica = kWh × Tariffa × 30

Utilizzando questo consumo mensile di elettricità e la bolletta, puoi calcolare i dati annuali.